fbpx
Chiudi

Cerca tra i nostri contenuti

Seleziona il contenuto

Salute e Benessere

Aceto di mele e di vino: Un valido alleato per la gestione della glicemia e dell’insulina?

Tempo di lettura: 2 minuti

Negli ultimi anni, l’aceto di mele, così come l’aceto di vino bianco e rosso, ha suscitato l’interesse di molti esperti e appassionati di salute per la sua presunta capacità di aiutare a controllare la glicemia e l’insulina. Ma ciò che potrebbe sembrare una semplice bufala, in realtà ha trovato supporto in diversi studi scientifici*. Scopriamo come funziona l’aceto e come può influire sui livelli di zucchero nel sangue.

 

Il ruolo dell’aceto nell’inibizione dell’enzima alfa amilasi:

Uno degli aspetti chiave dell’azione dell’aceto di mele e dell’aceto di vino sulla glicemia è la sua capacità di inibire temporaneamente l’enzima alfa amilasi, responsabile della scomposizione degli amidi in zuccheri. Quando consumiamo l’aceto prima di un pasto ricco di carboidrati, questa disattivazione temporanea dell’enzima rallenta l’assorbimento del pasto, consentendo una digestione più lenta e una minore risposta insulinica.

 

Modalità di consumo:

L’aceto può essere facilmente aggiunto a una varietà di piatti, come insalate o condimenti per insaporire carni e verdure. In alternativa, può essere diluito in acqua e bevuto prima del pasto. Gli studi suggeriscono che un quantitativo efficace di aceto si situa tra i 10 e i 30 millilitri.

 

Considerazioni per chi soffre di reflusso e gastrite:

Se si soffre di reflusso e gastrite, è importante fare attenzione all’assunzione di aceto. Tuttavia, è interessante notare che lo stomaco lavora con un pH compreso tra 1,5 e 3, mentre l’aceto di mele, noto per la sua delicatezza, ha un pH compreso tra 4,5 e 6. L’aceto di vino, d’altro canto, ha un pH leggermente più basso, intorno a 2,5-3,2. Dato che una bevanda molto popolare, scura e frizzante, ha un pH di 2,4, è possibile consumare l’aceto con moderazione anche per chi soffre di reflusso e gastrite, sebbene sia sempre consigliabile consultare il proprio medico o un professionista sanitario prima di apportare cambiamenti significativi alla propria dieta.

L’aceto di mele e di vino bianco o rosso sembra essere un valido alleato per il controllo della glicemia e dell’insulina. Grazie alla sua capacità di inibire temporaneamente l’enzima alfa amilasi, l’aceto può contribuire a una digestione più lenta dei carboidrati, evitando picchi glicemici e risposte insuliniche eccessive. Tuttavia, è importante consumare l’aceto con moderazione e prendere in considerazione le proprie condizioni di salute, specialmente se si soffre di reflusso o gastrite. Come sempre, è consigliabile consultare un professionista sanitario per ottenere informazioni personalizzate e consigli adeguati.

 

 

📝 Vinegar (acetic acid) intake on glucose metabolism: A narrative review.
Santos HO, de Moraes WMAM, da Silva GAR, Prestes J, Schoenfeld BJ.
Clin Nutr ESPEN. 2019 Aug;32:1-7. doi: 10.1016/j.clnesp.2019.05.008. Epub 2019 May 31.

📝 Vinegar consumption can attenuate postprandial glucose and insulin responses; a systematic review and meta-analysis of clinical trials.
Shishehbor F, Mansoori A, Shirani F.
Diabetes Res Clin Pract. 2017 May;127:1-9. doi: 10.1016/j.diabres.2017.01.021. Epub 2017 Mar 2.

📝 Vinegar supplementation lowers glucose and insulin responses and increases satiety after a bread meal in healthy subjects.
Ostman E, Granfeldt Y, Persson L, Björck I.
Eur J Clin Nutr. 2005 Sep;59(9):983-8. doi: 10.1038/sj.ejcn.1602197.

IN QUESTO ARTICOLO TRATTIAMO DI:

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I MIEI BESTSELLER

AD OGNUNO IL PROPRIO METODO. IL MIO È IL MISSORI-GELLI® TROVA IL TUO CON I MIEI LIBRI

VUOI RICEVERE RICETTE E PROMOZIONI IN ANTEPRIMA?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E NON PERDERTI NESSUNA NOVITÀ!

SEGUI LE MIE PAGINE SOCIAL

ED ENTRA A FAR PARTE DELLA MIA STRAORDINARIA COMMUNITY!