Chiudi

Cerca tra i nostri contenuti

Seleziona il contenuto

Salute e Benessere , Biotipi

Che cos’è l’endometriosi? Sintomi, cause e consigli utili per ridurre l’infiammazione

Imagine Che cos’è l’endometriosi? Sintomi, cause e consigli utili per ridurre l’infiammazione

Salute e Benessere , Biotipi

Che cos’è l’endometriosi? Sintomi, cause e consigli utili per ridurre l’infiammazione

Tempo di lettura: 1 minuto

L’endometriosi è una malattia che colpisce le donne, ed è associata molto spesso alla dominanza estrogenica, può provocare dolori pelvici ma anche disturbi intestinali.

Le cellule endometriali rivestono la cavità uterina interna e la loro migrazione in altra sede fuori dall’utero, sulle ovaie, nel peritoneo e nell’intestino con relativo accumulo anomalo, determina l’endometriosi. Questa anomalia provoca un’infiammazione cronica dannosa per l’apparato femminile, che si può manifestare con dolore e disturbi della fertilità.

Vediamo insieme quali sono i principali sintomi:

  • Dolore sia durante il flusso mestruale (dismenorrea) e nel periodo dell’ovulazione;
  • Dolenzia pelvica cronica e nei rapporti sessuali;
  • Stanchezza fisica cronica.

 

In una bassa percentuale dei casi l’endometriosi può essere asintomatica.

 

La diagnosi si avvale di:

  • Visite specialistiche;
  • Diagnostica per immagini come la risonanza magnetica ed ecografie pelviche;
  • Esami del sangue specifici.

 

Alimentazione, integrazione e stile di vita sono fondamentali per ridurre l’infiammazione e l’evoluzione della problematica. Anche se in alcuni casi specifici è necessario un approccio chirurgico e terapeutico ormonale.

 

L’endometriosi da sola non comporta necessariamente sterilità ma pare che questa sia presente circa nel 30% delle pazienti affette dalla malattia perché può intaccare l’apparato riproduttivo femminile, i tessuti coinvolti nell’attecchimento dell’embrione nonché le riserve ovariche, riducendo la possibilità di fecondazione.

 

Essa si sviluppa tendenzialmente laddove è presente una condizione di dominanza estrogenica: ciò implica che gli ormoni estrogeni non siano adeguatamente controbilanciati da una sufficiente quantità di progesterone favorendo la proliferazione eccessiva dell’endometrio.

 

Seguire il Reset Estrogenico per almeno 4 settimane può essere un valido aiuto in caso di endometriosi. Con questa alimentazione funzionale si favorisce naturalmente la sintesi equilibrata degli ormoni sessuali mentre contemporaneamente si rimuovono gli interferenti e distruttori endocrini.

 

Lo trovi a pagina 192 del mio libro “La Dieta dei Biotipi”.

 

In caso di dominanza estrogenica, ti consiglio di consumare le crucifere (hanno effetto antiestrogenico) e di masticare i vegetali molto lentamente.

 

Prediligi i grassi buoni (olio extravergine di oliva, semi e frutta oleosa, avocado), proteine e vegetali: favoriscono la corretta sintesi ormonale, il drenaggio linfatico, lo scioglimento del grasso e della cellulite…migliorando l’umore e l’energia!

 

Nel mio libro “La Dieta dei Biotipi” trovi indicazioni per seguire la tua alimentazione biotipizzata, che ti aiuterà, in caso di endometriosi, a ridurne i sintomi.

 

Hai già la tua copia?

IN QUESTO ARTICOLO TRATTIAMO DI:

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

I MIEI BESTSELLER

AD OGNUNO IL PROPRIO METODO. IL MIO È IL MISSORI-GELLI® TROVA IL TUO CON I MIEI LIBRI

VUOI RICEVERE RICETTE E PROMOZIONI IN ANTEPRIMA?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E NON PERDERTI NESSUNA NOVITÀ!

SEGUI LE MIE PAGINE SOCIAL

ED ENTRA A FAR PARTE DELLA MIA STRAORDINARIA COMMUNITY!